Team italiano di sviluppatori | Pubblichiamo ogni giorno per te

Team italiano di sviluppatori | Pubblichiamo ogni giorno per te

SCARICARE TISYSTEM 5.1

Posted on Author Samuktilar Posted in Musica


    TiSystem è il software BTicino per il dimensionamento delle reti in bassa tensione e la progettazione Accedi a MyBTicino per scarica il software e documenti. TiSystem. Software tecnico per la progettazione delle reti e dei quadri tecnici in bassa tensione. TiQuadri. Software tecnico per il dimensionamento dei quadri. Software. Tisystem · TeamViewer · SkyPe · Adobe Reader XI · Firefox · Notepad++ · CCleaner · subarurallyteam.info · VLC media player · WinRar bticino tisystem download Gratis download software a UpdateStar -.

    Nome: tisystem 5.1
    Formato:Fichier D’archive
    Sistemi operativi: Android. iOS. MacOS. Windows XP/7/10.
    Licenza:Solo per uso personale
    Dimensione del file: 13.36 MB

    Il programma aiuta e guida l'utente nelle diverse fasi di lavoro, a partire dalla raccolta dei dati iniziali, attraverso lo studio dello schema elettrico, la scelta degli apparecchi e dei cavi, il dimensionamento strutturale dei quadri, fino alla preventivazione delle apparecchiature ed alla presentazione su stampa dei risultati ottenuti.

    La nuova versione è stata rivista rispetto alla precedente, introducendo molte nuove funzioni. Raccolta dati iniziali e inserimento dello schema elettrico Nella fase iniziale dello studio di un impianto elettrico il progettista deve raccogliere una serie di informazioni che sono essenziali al fine di scegliere lo schema elettrico di potenza più adatto ed in seguito effettuarne il dimensionamento.

    Tra gli elementi da considerare in tale studio si ricordano i seguenti: - dati relativi alla tipologia dell'impianto e sua classificazione impianto elettrico in edifici residenziali, in luoghi di pubblico spettacolo, in locali adibiti ad uso medico, nei luoghi con pericolo di esplosione e di incendio, ecc. Nel primo caso è sufficiente introdurre i valori di corrente di corto circuito trifase e fase-neutro all'origine dell'impianto, mentre nel secondo, una volta scelto lo schema della cabina M.

    Si disegna poi lo schema elettrico della rete specificando per ogni tratto di linea il tipo di circuito trifase con o senza neutro, fase-neutro, fase-fase , la lunghezza, la massima 2.

    Una volta inseriti tutti gli input necessari al programma per la progettazione dell'impianto, TISYSTEM dimensiona la rete elettrica passando attraverso le fasi descritte nei paragrafi seguenti.

    Tali sistemi garantiscono ottime prestazioni meccaniche resistenza ai carichi ed agli urti garantita nel tempo e non solo durante le fasi di installazione, con un range di temperature di impiego praticamente illimitato ed elettriche se il collegamento a terra è effettuato correttamente, costituiscono una valida protezione contro i contatti indiretti.

    Inoltre dal quadro generale di bassa tensione QE1 partono linee in cavo, del tipo FG7 O M1 per alimentare i quadri derivati, posate su canale forato sospeso con mensole a parete nei tratti orizzontali e fissato a parete in verticale nei cavedi in muratura.

    Occorre inoltre osservare leggi, decreti ed altre disposizioni di legge, come ad esempio i provvedimenti per prevenire gli incendi e gli infortuni o le disposizioni tecniche per il superamento delle barriere architettoniche. Il progetto esecutivo deve definire in ogni dettaglio i lavori da realizzare ed il relativo costo, identificando in modo chiaro gli estremi identificativi tipo,qualità, quantità, dimensioni,…..

    Leggi, decreti e norme contengono spesso prescizioni che riguardano gli impianti elettrici in generale, altri di questi documenti riguardano invece prescrizioni per ambienti particolari. Dette leggi e norme, in particolare il D. Devo Devono essere accessibili tutti i settori produttivi, gli uffici amministrativi, e almeno un servizio igienico per ogni nucleo di servizi igienici previsto.

    Deve essere sempre garantita la fruibilità delle mense, degli spogliatoi, dei luoghi ricreativi e di tutti i servizi di pertinenza. Per i servizi igienici dedicati deve essere garantito in particolare la dotazione di opportuni corrimano e di un campanello di emergenza posto in prossimità della tazza e della vasca.

    Nell'interno della cabina ascensore devono essere posti un citofono, un campanello di allarme, un segnale luminoso che confermi l'avvenuta ricezione all'esterno della chiamata di allarme, una luce di emergenza con autonomia minima di 3 h.

    I pulsanti di comando devono prevedere la numerazione in rilievo e le scritte con traduzione Braille. Deve essere prevista inoltre la segnalazione sonora dell' arrivo al piano e un dispositivo luminoso per segnalare ogni eventuale stato di allarme. Negli edifici aperti al pubblico deve essere predisposta una adeguata segnaletica che indichi le attività principali ivi svolte e i percorsi necessari per raggiungerle. Per i non vedenti è opportuno predisporre apparecchi fonici per dette indicazioni, ovvero tabelle integrative con scritte Braille.

    In generale, ogni situazione di pericolo dev'essere resa immediatamente avvertibile anche tramite accorgimenti e mezzi riferibili sia alle percezioni acustiche che a quelle visive.

    Principali disposizioni legislative DPR n. Edificio adibito ad uso uffici. Il primo piano interrato è adibito a spazi comuni da adibire ad archivi mentre il secondo piano interrato comprende la cabina di trasformazione, un deposito e un ufficio tecnico con laboratorio per manutenzione interna.

    Il secondo piano interrato comprende anche un parcheggio interrato. La struttura è stata progettata in modo da rendere flessibile il suo utilizzo prevedendo la possibilità che possa essere impegnata da un solo utente oppure da più utenti. DE :;FEI? JE ? Altre caratteristiche impiantistiche di questo piano sono: Accensioni delle luci tramite attuatori del sistema SCS My-Home installati nel quadro elettrico QE6 mentre comandi e centralina scenari sono installati nel corridoio. Illuminazione di emergenza tramite lampade autonome.

    Rilevatori di fumo. In locale apposito sono posizionati il quadro elettrico di distribuzione e di protezione delle linee energia ed il quadro di permutazione per le linee telefoniche e dati.

    D EKJ? Il controllo delle lampade viene effettuato tramite comandi SCS My-Home installati nelle pareti che agiscono sugli attuatori in modulo din contenuti in calotte da esterno montate nel controsoffitto. Ogni attuatore comanda 2 lampade consecutive nel senso trasversale del piano. La distribuzione sotto il pavimento flottante è realizzata tramite canale Interlink di sezione 60x25 mm.

    Installazione su pavimento flottante Altre caratteristiche impiantistiche di questo piano sono: Canale metallico IP40 per la distribuzione circuiti nel controsoffitto.

    W Illuminazione richiesta [lux] 3. CDR offerta n. Il controllo delle lampade viene effettuato tramite due centraline SCS My-Home che consentono 8 scenari memorizzati. I circuiti sono attivati da attuatori in modulo din contenuti nel quadro elettrico. NOTE elementi di sicurezza negli ambienti a maggior rischio in caso di incendio Documenti correlati. Product Datasheet. In questa sezione viene pubblicato il Sistema di misurazione e valutazione della Performance adottato dall'Ente.

    In questa sezione sono pubblicati i dati relativi all'ammontare complessivo dei premi collegati alla performance stanziati e l'ammontare dei premi effettivamente distribuiti. In questa sezione sono pubblicati i criteri definiti nei sistemi di misurazione e valutazione della performance, i dati relativi alla sua distribuzione, in forma aggregata, e i dati relativi al grado di differenziazione nell'utilizzo della premialità.

    Si pubblica in questa sezione l' elenco degli enti pubblici, comunque denominati, istituiti, vigilati e finanziati dall'Ente ovvero per i quali l'amministrazione abbia il potere di nomina degli amministratori.

    Si pubblica in questa sezione l'elenco delle societa' di cui l'Ente detiene direttamente quote di partecipazione anche minoritaria, nonché i provvedimenti in materia di costituzione, acquisto gestione e alienazione di partecipazioni e quotazioni di società in controllo pubblico.

    Si pubblica in questa sezione l'elenco delle societa' di cui l'Ente detiene direttamente quote di partecipazione anche minoritaria.. Vengono pubblica in questa sezione i provvedimenti in materia di costituzione, acquisto gestione e alienazione di partecipazioni e quotazioni di società in controllo pubblico, nonché i provvedimenti con cui le amministrazioni pubbliche socie fissano obiettivi specifici, annuali e pluriennali, sul complesso delle spese di funzionamento, ivi comprese quelle per il personale, delle società controllate.

    Si pubblica in questa sezione l'elenco degli enti di diritto privato in controllo pubblico gli enti di diritto privato sottoposti a controllo da parte dell'Ente, oppure gli enti costituiti o vigilati nei quali siano riconosciuti all'Ente, anche in assenza di una partecipazione azionaria, poteri di nomina dei vertici o dei componenti degli organi. Sezione contenente la rappresentazione grafica che evidenzia i rapporti tra l'amministrazione gli enti Pubblici vigilati, le società partecipate e gli enti di diritto privato.

    Main navigation

    In questa sezione vengono pubblicati e aggiornati i dati relativi alle tipologie di procedimento di propria competenza. Vengono pubblicati i recapiti telefonici e casella di posta elettronica istituzionale dell'ufficio responsabile per le attività volte a gestire, garantire e verificare la trasmissione dei dati o l'accesso diretto degli stessi. In questa sezione sono riportati, semestralmente, gli elenchi dei provvedimenti adottati dagli organi di indirizzo politico.

    In questa sezione sono riportati, semestralmente, gli elenchi dei provvedimenti adottati dai dirigenti. Collegamento a Provvedimenti anno e precedenti sulla precedente Sezione. In questa sezione vengono pubblicati gli atti di programmazione, nonché gli atti e le informazioni relative alle procedure per l'affidamento e l'esecuzione di opere e lavori pubblici, servizi e forniture.

    Vengono pubblicati i dati, previsti dalla norma, per ogni singola procedura. Sono pubblicati il Programma biennale degli acquisti di beni e servizi, il Programma triennale dei lavori pubblici e relativi aggiornamenti annuali. Vengono pubblicati per ogni singola procedura tutti gli atti dell'Amministrazione. Ad esempio per Albo fornitori digitare nel campo "Cosa cerchi? In questa sezione vengono pubblicate e aggiornate le informazioni ed i dati concernenti gli atti di concessione di sovvenzioni, contributi, sussidi ed ausili finanziari alle imprese, e comunque di vantaggi economici di qualunque genere a persone ed enti pubblici e privati, come previsto dall'Art.

    In questa sezione vengono pubblicati gli atti con i quali sono determinati i criteri e le modalità cui l'Amministrazioni si attiene per la concessione di sovvenzioni, contributi, sussidi ed ausili finanziari e l'attribuzione di vantaggi economici di qualunque genere a persone ed enti pubblici e privati.

    Sezione relativa agli atti di concessione di sovvenzioni, contributi, sussidi ed ausili finanziari alle imprese e di vantaggi economici di qualunque genere a persone ed enti pubblici e privati. In questa sezione sono pubblicati i dati relativi al bilancio preventivo e consuntivo di ciascun anno. In questa sezione sono pubblicati i bilanci preventivi approvati nonché i dati relativi alle entrate e alla spesa ivi riportati in formato tabellare aperto in modo da consentire l'esportazione, il trattamento e il riutilizzo.

    In questa sezione sono pubblicati i bilanci consuntivi approvati nonché i dati relativi alle entrate e alla spesa ivi riportati in formato tabellare aperto in modo da consentire l'esportazione, il trattamento e il riutilizzo. Sezione relativa al piano degli indicatori e risultati attesi di bilancio, integrato con le risultanze del Monitoraggio degli obiettivi e indicatori.

    In questa sezione vengono pubblicate e aggiornate le informazioni identificative degli immobili posseduti o detenuti. In questa sezione vengono pubblicate e aggiornate le informazioni relative ai canoni di locazione o di affitto versati o percepiti. In questa sezione vengono pubblicati gli atti degli organismi indipendenti di valutazione, la relazione degli organi di revisione amministrativa e contabile al bilancio di previsione o budget, alle relative variazioni e al bilancio di esercizio, i rilievi ancorche' non recepiti della Corte dei conti riguardanti l'organizzazione e l'attivita' delle amministrazioni stesse e dei loro uffici.

    In questa sezione vengono pubblicati gli atti degli organismi indipendenti di valutazione, o strutture analoghe quali: Attestazioni nell'assolvimento degli obblighi di pubblicazione; la Relazione dell'OIV sul funzionamento complessivo del Sistema di valutazione, trasparenza e integrità dei controlli interni e ogni altro atto dei predetti organismi procedendo all'indicazione in forma anonima dei dati personali eventualmente presenti.

    In questa sezione vengono pubblicate le relazioni degli organi di revisione amministrativa e contabile al bilancio di previsione o budget, alle relative variazioni e al bilancio di esercizio. In questa sezione vengono pubblicati i rilievi ancorche' non recepiti della Corte dei conti riguardanti l'organizzazione e l'attivita', delle amministrazioni stesse e dei loro uffici.

    In questa sezione viene pubblicata la carta dei servizi o il documento contenente gli standard di qualita' dei servizi pubblici dell'Ente. In questa Sezione è data notizia del ricorso in giudizio proposto dai titolari di interessi giuridicamente rilevanti ed omogenei nei confronti delle amministrazioni e dei concessionari di servizio pubblico al fine di ripristinare il corretto svolgimento della funzione o la corretta erogazione di un servizio; la sentenza di definizione del giudizio e le eventuali misure adottate in ottemperanza alla sentenza.

    In questa sezione sono pubblicati i costi contabilizzati dei servizi erogati agli utenti, sia finali che intermedi. Vengono pubblicati i dati sui pagamenti effettuati, in relazione alla tipologia di spesa sostenuta, all'ambito temporale di riferimento e ai beneficiari. In questa sezione vengono pubblicati, con cadenza trimestrale ed annuale, i tempi medi di pagamento relativi agli acquisti di beni, servizi e forniture e prestazioni professionali.

    In questa sezione vengono pubblicati, con cadenza trimestrale ed annuale, i tempi medi di pagamento relativi agli acquisti di beni, servizi e forniture e prestazioni professionali nonché l'ammontare complessivo dei debiti e il numero delle imprese creditrici.

    In questa sezione vengono pubblicati, con cadenza annuale l'ammontare complessivo dei debiti e il numero delle imprese creditrici. In questa sezione vengono pubblicati gli atti di programmazione delle opere pubbliche, nonché le informazioni relative ai tempi, ai costi unitari e agli indicatori di realizzazione delle opere pubbliche in corso o completate.

    Informazioni relative ai nuclei di valutazione e verifica degli investimenti pubblici obbligo previsto per le amministrazioni centrali e regionali.

    Viene pubblicato per gli atti di programmazione delle opere pubbliche il link alla sotto-sezione "bandi di gara e contratti" ove sono pubblicati il Programma triennale dei lavori pubblici, nonché i relativi aggiornamenti annuali, ai sensi art. Vengono pubblicati i Tempi, costi unitari e indicatori di realizzazione delle opere pubbliche in corso o completate sulla base dello schema tipo redatto dal Ministero dell'economia e della finanza d'intesa con l'Autorità nazionale anticorruzione.

    Si considera come origine dell'impianto utilizzatore il punto di consegna dell'energia elettrica all'impianto stesso, in genere da una rete di distribuzione pubblica".

    Con il termine sistema elettrico si intende invece una "parte di un impianto elettrico costituito dal complesso dei componenti elettrici aventi una determinata tensione nominale" art. Dei primi due trattati da Tisystem si richiamano le definizioni nel paragrafo successivo Sistemi TT, TN Sistema TT "Il sistema TT ha un punto collegato direttamente a terra e le masse dell'impianto collegate ad un impianto di terra elettricamente indipendente da quello del collegamento a terra del sistema d'alimentazione" art.

    Si distinguono i seguenti tipi di sistemi TN, secondo la disposizione dei conduttori di neutro: TN-S: TN-C-S: TN-C: il conduttore di neutro e di protezione sono separati; le funzioni di neutro e di protezione sono combinate in un solo conduttore in una parte del sistema; le funzioni di neutro e di protezione sono combinate in un solo conduttore PEN.

    Nel caso di sistema TT il software, per caratterizzare la rete a monte del punto di consegna, richiede i valori delle correnti di corto circuito trifase e fase-neutro nel punto di origine del sistema [par ].

    Nel caso di sistema TN i dati da inserire sono invece il valore di potenza di corto circuito nel punto di consegna dell'energia e i dati caratteristici del trasformatore M. Al fine di scegliere la sezione ottimale del conduttore in ciascun tratto di linea è necessario considerare molti fattori, i principali dei quali sono: la corrente d'impiego, la massima caduta di tensione ammissibile, il tipo di posa, il tipo di isolante, la temperatura ambiente.

    Portate di corrente in regime permanente per posa in aria. Per i tipi di posa non previsti da tale norma e per alcuni valori di grande sezione non riportati, è stata impiegata la norma IEC "Wiring systems. Per un corretto dimensionamento delle condutture e per la scelta e il coordinamento degli apparecchi di manovra e protezione bisogna valutare la "corrente d'impiego" I b cioè la quantità di corrente che la linea è destinata a trasportare per soddisfare le necessità dei carichi.

    La norma art. In regime permanente la corrente d'impiego corrisponde alla più grande potenza trasportata dal circuito in servizio ordinario tenendo conto dei fattori di utilizzazione e di contemporaneità.

    Il concetto di "permanente" fa dunque riferimento alla costante di tempo termica dei singoli elementi conduttori. Si noti che la norma fa infatti riferimento genericamente agli "elementi" del circuito. Al fine di determinare la corrente d'impiego TISYSTEM opera nel modo seguente: a linee terminali Il programma richiede i dati caratteristici dei carichi collegati al tratto di linea di cui si vuole dimensionare il conduttore [par. Questa grandezza dipende da tre differenti fenomeni fisici presenti nella conduttura: - termico il cavo si scalda per effetto joule a causa della corrente che lo attraversa - elettrico si ha una caduta di tensione nel cavo dipendente dall'impedenza dello stesso e dalla corrente I b - meccanico i cavi sono sottoposti durante l'installazione a sforzi di trazione e flessione Tali fenomeni vengono analizzati nei tre paragrafi successivi Scelta del conduttore in funzione della sua portata La relazione fondamentale da soddisfare per la scelta corretta della conduttura dal punto di vista termico è: I b I z Quando il cavo viene attraversato da una generica ma costante corrente dopo una fase transitoria in cui parte del calore prodotto per effetto Joule nella resistenza del conduttore viene immagazzinato nel cavo con conseguente riscaldamento dello stesso, si ha una successiva condizione di regime termico nella quale la temperatura si mantiene costante e il calore prodotto viene interamente dissipato nell'ambiente.

    Le principali informazioni che il programma richiede per effettuare la scelta della sezione del conduttore da utilizzare in ciascun tratto di linea sono [par.

    Per tale motivo si deve verificare che la caduta di tensione lungo la linea non assuma valori troppo elevati. I limiti di variazione della tensione sono diversi a seconda del tipo di impianto realizzato e della natura del carico alimentato. Si ricorda inoltre che per macchine sottoposte ad avviamenti che danno luogo ad elevate correnti di spunto, la caduta di tensione sull'utilizzatore deve essere mantenuta entro valori compatibili con il buon funzionamento della macchina anche durante l'avviamento.

    Il programma richiede all'operatore quale è la massima caduta di tensione ammissibile [par. È l'operatore che deve accertarsi che essa si mantenga nei limiti ammissibili: questa verifica è facilmente effettuabile in quanto il programma permette la visualizzazione non solo della caduta di tensione effettiva in ogni tratto di linea, ma anche di quella totale, sommatoria di tutte le cadute di tensione nei tratti di linea a monte di quello considerato [par.

    In tal modo il progettista, diminuendo i valori massimi ammissibili nei singoli tratti di linea, riporta la caduta di tensione totale al di sotto del limite desiderato. Per impianti di uso generale la sezione minima da usare è pari a 1. Il programma impone una sezione minima dei conduttori pari a 1.

    Relazione Tecnica Progetto dell Impianto Elettrico Rotatoria ingresso cittadella universitaria Premessa: La presente relazione tecnica è finalizzata ad indicare la caratteristiche dei principali componenti.

    Classe Nome I. Le verifiche negli impianti elettrici: tra teoria e pratica Seconda parte Guida all esecuzione delle verifiche negli impianti elettrici utilizzatori a Norme CEI Concluso l esame a vista, secondo quanto.

    I sistemi elettrici in relazione al modo di collegamento a terra del neutro e delle masse In funzione della messa a terra del neutro e delle masse, un sistema. Raoul Bedin Interruttore automatico Le funzioni fondamentali sono quelle di sezionamento e protezione di una rete.

    Premessa L impianto in questione è relativo ad un progetto per la realizzazione di un campo polivalente coperto e di un immobile adibito a spogliatoio presso la zona PIP. La documentazione di progetto. Sistemi di Protezione e Coordinamento Impianti Elettrici in BT Qualunque linea elettrica è caratterizzata da tre caratteristiche principali: 1.

    Conoscere la corrente di cortocircuito è di fondamentale importanza per il.

    Fabio Gramagna Via V. Emanuele, Bordighera IM - Tel. Emanuela Pazzola Tutore del corso di Elettrotecnica per meccanici, chimici e biomedici A.

    Sistemi elettrici secondo la tensione ed il loro modo di collegamento a terra Classificazione dei sistemi in categorie secondo la loro tensione nominale In relazione alla loro tensione nominale i sistemi. Descrizione dell impianto attraverso uno schema e specifica della funzione dei componenti. L impianto elettrico a. Sistemi di distribuzione a MT e BT La posizione ottima in cui porre la cabina di trasformazione coincide con il baricentro elettrico, che il punto in cui si pu supporre concentrata la potenza assorbita.

    IPCMultiView free version download for PC

    Criteri di progettazione elettrica di impianti gridconnected Per quanto attiene gli impianti connessi alla rete elettrica, vengono qui presentati i criteri di progettazione elettrica dei principali componenti,. Dati del sistema di distribuzione e di utilizzazione dell energia elettrica Misure di protezione dai contatti diretti Misure di protezione dai contatti indiretti Collegamento a terra degli impianti elettrici E noto che il passaggio di corrente nel corpo umano provoca dei danni che possono essere irreversibili se il contatto dura troppo a lungo.

    Studi medici approfonditi. Questo permette di determinare il numero dei dispositivi di. Il verso del movimento del fluido va dal vaso a livello maggiore verso. Un sistema. Produzione della corrente alternata La generazione di corrente alternata viene ottenuta con macchine elettriche dette alternatori. Per piccole potenze si usano i gruppi elettrogeni. Nelle centrali elettriche.

    TiSystem download gratuito, free TiSystem scaricare

    Essi devono rispondere alla Norma CEI , che riporta le prescrizioni generali e distingue:. Indice Generale Guida al Sistema Bassa Tensione 1 Introduzione 2 Le norme 3 Caratteristiche della rete 4 Protezione dei circuiti 5 Caratteristiche degli apparecchi di protezione e manovra 6 Protezione. In genere si ricorre a forniture monofase nei cantieri di limitata potenza e gli scaglioni sono 1,5; 3; 4,5; 6 KW, mentre per cantieri più grandi si usano delle forniture trifase con potenze pari a 6;.

    Capitolo 5 Quadri elettrici 5. Allegati a tale dichiarazione devono. Il sistema nervoso dell impianto elettrico Scelta dei cavi negli impianti elettrici del residenziale e del terziario Il compito principale di un cavo è quello di trasportare l energia all interno di un.

    Azienda USL n. Un condominio, ubicato su un area a forma rettangolare, comprende: - tre piani fuori terra con una scala interna; - tre appartamenti per piano aventi rispettivamente una superficie di circa 50 m 2, Corso di sist.

    Antonello Greco Gli SPD, o limitatori di sovratensione, costituiscono la principale misura di protezione contro le sovratensioni. Università di Ferrara Corso di Elettrotecnica Transitori del primo ordine Si consideri il circuito in figura, composto da un generatore ideale di tensione, una resistenza ed una capacità. I tre bipoli. Antonino Condipodero Giuliano Guido Consulenti progettazione elettrica Il rifasamento degli impianti elettrici viene realizzato quando il fattore di potenza raggiunge un valore tale da introdurre svantaggi.

    Corso di Progettazione esecutiva degli Impianti Elettrici in media e bassa tensione anno Programma del Corso Parte 1 - Criteri metodologici 16 ore Argomenti rif.

    Deve aspettare ad aprire Questo interruttore deve aprire per. Sicurezza elettrica: Effetti fisiopatologici della corrente elettrica Effetti della corrente sul corpo umano folgorazione ed arco elettrico - Protezione dai contatti elettrici - Aspetti costruttivi degli. Si ipotizza la suddivisione planimetrica dei tre ambienti.


    Ultimi articoli